Santi, monumenti ed eco-car

Partiamo dai santi. Chiunque guidi un’eco car a Milano, di santi, ne ha tirati giù parecchi.Perché a Milano, non c’è santo che tenga: le multe piovono dal cielo come punizoni divine.

automobilista green,ale spada,automobilista ecologista,eco car milano,colonnine milano,greentrotter eco-car,luisa cartei eco-car,cartei colonnine,monumenti greenLe auto elettriche, che non pagano sulle strisce blu, che possono circolare in molte aree a traffico limitato, transitare sulle corsie preferenziali e piazzarsi nelle zone riservate agli scooter, vengono regolarmente sanzionate da vigili che le scambiano per auto normali.(Miopia nei confronti della legge o delle auto?)


Veniamo ai monumenti: non parliamo di colonne, ma di colonnine. Poche e malfunzionanti. E in urgente necessita’ di restauro.

La mia amica ‘green’ Ale Spada, orgogliosa proprietaria di un’auto elettrica, è da un anno protagonista di avventure on the road. Aperitivi mancati per mancanza di energia, scenate di gelosia per il possesso di parcheggi riservati, discussioni con vigili che non fanno rispettare le regole: chi più ne ha più ne metta, nel diario di un’automobilista ecologista.

automobilista green,ale spada,automobilista ecologista,eco car milano,colonnine milano,greentrotter eco-car,luisa cartei eco-car,cartei colonnine,monumenti greenMentre io e le altre ci scolavamo mojito in sua attesa, la mitica Ale Spada si beveva le scuse delle colonnine inefficienti: tessera non valida, postazione non funzionanti, energia elettrica troppo bassa. Mentre io e le altre ci davamo allo shopping, lei le ‘prendeva’ da un parcheggiatore che le chiedeva gratta e sosta.Mentre io e le altre combattevamo i radicali liberi dall’estetista, lei cercava di far liberare le aree di rifornimento radicalmente invase. (Una volta, persino davanti alla polizia impassibile in Corso Monforte!)

 

Negli ultimi 2 mesi, è rimasta a piedi 6 volte, ha preso 5 multe e non è riuscita a farsi nemmeno un aperitivo.

Non datecela a bere: le auto elettriche ci sono, così come le persone che vogliono guidare le auto elettriche; ma mancano gli spazi, manca l’elettricità, mancano i servizi e, forse, la mentalità.

Cosa dite: forse, per guidare un’auto elettrica oggi, ci vuole davvero troppa energia?

 

Luisa Car-tei

Santi, monumenti ed eco-carultima modifica: 2012-12-13T07:53:00+00:00da green.power
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento