Allestimenti green per Slow Food

biglietteria_big.jpgLa rivoluzione green si sta inserendo in tutti i settori della comunicazione, dalla pubblicità classica al below the line, così come nelle fiere, convegni e congressi.
La scelta di Slow Food si allinea a questa tendenza. L’associazione ha infatti scelto di esporre a basso impatto ambientale grazie allo stand progettato e realizzato da Novamont e dall’agenzia Ecocomunicazione di Verona.

La comunicazione, si è detto, ha bisogno di interpretare nel migliore dei modi la rivoluzione green, se non vuole esserne travolta.
Il processo non riguarda solo l’advertising tradizionale, ma tutto il settore più in generale. E così anche gli eventi, le fiere e i congressi. E’ lì inoltre che si possono vedere più direttamente le conseguenze di scelte “verdi”.

E’ in questo contesto che si inserisce il progetto Novamont, che propone stand a basso impatto ambientale, completamente riciclabili e riutilizzabili e realizzato con materiali derivanti da fonti rinnovabili con filiere certificate, rispettando i più alti standard di basso consumo energetico.

Le aziende cominciano a capire l’importanza di dimostrare una sensibilità green. Slow Food si è appena mossa in questa direzione, scegliendo in occasione di Vinitaly lo stand proposto da Novamont.
La pavimentazione è stata realizzata con pallet ignifughi in legno FSC (legno  proveniente  da  foreste  gestite  in  maniera  corretta  e  responsabile  secondo  rigorosi  standard ambientali)  e con etichetta ambientale AssoSCAI  (Associazione per lo Sviluppo della Competitività Ambientale di Impresa), inoltre, i pallet realizzati da Palm dopo diversi utilizzi potranno essere reimmessi nel normale circuito d’uso.

La maggior parte della comunicazione è realizzata utilizzando sistemi di videoproiezione forniti da Novamont, evitando così il ricorso a stampe,  materiali di supporto e inchiostro. Tutto il materiale per la fruizione del cibo utilizzato nello stand inoltre è compostabile e biodegradabile (polpa di cellulosa e Mater-bi®). Anche l’illuminazione è stata realizzata grazie al contributo di Ilti Luce, con led a forte risparmio energetico. Per gli arredi Sedie Del Torchio (ReAcademy) ha provveduto a fornire sgabelli, tavoli, sedie e poltrone ricavate provenienti da barrique usate 
Lo stand, che ripropone il modello sperimentato in occasione di Ecomondo 2009 (la foto si riferisce alla fiera Ecomondo), è stato progettato e
realizzato dall’agenzia Ecocomunicazione di Verona.

Allestimenti green per Slow Foodultima modifica: 2010-04-01T17:59:00+02:00da green.power
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Allestimenti green per Slow Food

Lascia un commento