Non sai piu’ che pesci prendere?

Screen shot 2011-05-15 at 3.32.22 PM.pngA differenza delle lasagne, nel sushi non ci sono mezze misure. 
O è buono o rischi di fidanzarti con la tazza di porcellana del tuo bagno.

Ogni volta che addento un sashimi in un nuovo ristorante, la mia mente rapidamente scannerizza l’infinità di possibili malattie che potrei contrarre: epatite a, b, c, d, e, f, g, salmonella, anisakidosi, ciguatera, aids, cancro, sifilide, bronchite, depressione… (sto divagando, colpa dell’ipocondria.)

Ma c’è un’informazione che immediatamente mi tranquillizza: dallo scintillante Sushi Samba di Las Vegas all’immacolato Yoshi di Milano, mi rincuora sapere che il pesce che sguazza nel mio pancino sia selvaggio. Pescato fresco fresco negli oceani lontani lontani da qualche pescatore grosso grosso con il tatuaggio di un veliero sul braccio.

Lì per lì mi dà un senso di profonda naturalità e simbiosi col pianeta. Per un attimo mi sento come l’homo sapiens davanti al falò di trote, o Lory del Santo che addenta un paguro all’Isola dei Famosi.

Ripensandoci, però, mi chiedo se mangiare quantità industriali di pesce d’alto mare per soddisfare la voglia di esclusività culinaria – tendenza ormai diffusa in tutto il mondo-non sia profondamente eco-illogico.

Non è meglio gustarsi un prodotto ittico d’allevamento?

Mi tuffo nell’argomento.aquaculture-20.jpg.jpg

I pesci d’allevamento non sono di serie b: non contengono mercurio, dovrebbero essere liberi da antibiotici e pesticidi, sono meno a rischio di malattie e il loro consumo previene l’estinzione della fauna marina.

In Europa il consumo di pesce d’allevamento è in continua crescita, ma in Italia ancora il 60% di noi vuole un pesce pescato da Braccio di Ferro.

Tra l’altro è arrivata  anche l’acquacultura biologica– talmente nuova che non ce l’ha nemmeno Wikipedia- l’allevamento super organico e sicuro dei pesci. Non si distrugge il pianeta e si sfama tutto il mondo.

Non volevo rovinarvi i california roll, ma solo- come dire- ‘sushitare’ qualche dubbio.

 

Luisa Cartei

Non sai piu’ che pesci prendere?ultima modifica: 2011-05-16T07:30:00+02:00da green.power
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento