Expo 2015: una scommessa da vincere per rilanciare l’Italia

cover per CS.jpg

 

Presentato il 24 Ottobre a Milano il libro di Diego Masi e Maria Luisa CicconeExpo. La scommessa – Come giocarsi il futuro dell’Italia con un evento di comunicazione.

 La tesi sostenuta nel libro è che se prenderà  il giusto slancio, l’Expo del 2015 farà da apripista per una nuova primavera del nostro Paese, concludendo una stagione di crisi e inaugurando quella del rilancio dell’economia, delle esportazioni e del turismo, della digitalizzazione, del nuovo posizionamento dell’Italia come polo del lusso, del bello e del buono.

Ecco perché l’Expo è una scommessa da vincere; perché la posta in gioco è il futuro dell’Italia. E la scommessa va vinta cominciando subito a costruire un grande evento e comunicandolo al meglio.

Il volume, ricchissimo di informazioni e dati, traccia la storia dell’Expo partendo dalla prima esposizione universale di Londra nel 1851, analizza la manifestazione di Shanghai del 2010 e ripercorre le tappe dell’acquisizione milanese.

L’obiettivo è però fornire idee e spunti su come sfruttare al meglio la grande occasione Expo 2015: suggerimenti su cosa le aziende possono fare per partecipare, comunicare e rendersi visibili, su come comunicare l’evento utilizzando la Rete, su come cogliere tutte le opportunità turistiche dell’Expo. 

Il libro propone anche il tema del Fuori Expo che, ancora tutto da progettare e costruire, consentirà, alla stregua del Fuori Salone, di presentare ai visitatori l’eccellenza italiana: ecco dunque l’iniziale mappatura della Milano da coinvolgere, con i suoi quartieri e la sua grande varietà di location da valorizzare e utilizzare come luoghi di aggregazione e comunicazione. Expo grande opportunità anche per gli organizzatori di eventi, che nel concept del Fuori Expo potranno trovare occasioni di intervento importanti progettando una rete di eventi collaterali in tutta la città.

Expo 2015: una scommessa da vincere per rilanciare l’Italiaultima modifica: 2011-11-24T16:11:00+01:00da green.power
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento