Expo: a Roth il Padiglione Italia

Mentre si attenroth.jpgde che venga fissata una nuova data per la riunione della Commissione di coordinamento per le attività connesse all’Expo, rimandata nei giorni scorsi a causa del maltempo, nuovi tasselli si aggiungono all’organigramma della squadra che traghetterà Milano verso l’Expo del 2015. Oggi è stato il giorno di Luigi Roth, nominato da Mario Monti commissario dedicato alla realizzazione del Padiglione Italia su indicazione del commissario generale Roberto Formigoni.

Presidente di Terna ed ex presidente di Fondazione Fiera, Roth può vantare una carriera di prestigio come manager all’interno di realtà come Breda, Ferrovie Nord, Ansaldo Trasporti e Finmeccanica. La sua vicinanza a Formigoni era già nota, ma un pronto attestato di stima è arrivato anche dal commissario straordinario Giuliano Pisapia, che ha salutato la sua nomina come «un ulteriore importante passo verso la realizzazione dell’esposizione universale e una preziosa testimonianza dell’impegno del governo per la riuscita dell’appuntamento strategico dei prossimi anni per Milano e per il Paese tutto».

A rafforzare e stabilizzare ulteriormente la squadra incaricata di dare forma al progetto espositivo, la decisione dell’amministratore delegato Luigi Sala di non partecipare alla corsa per la presidenza del consiglio di sorveglianza di A2A, ruolo al quale il suo nome era stato più volte associato nei giorni scorsi. Interrogato a riguardo, Sala si è limitato a rilasciare una dichiarazione laconica quanto ferma: «Vedo il mio futuro in Expo».

Expo: a Roth il Padiglione Italiaultima modifica: 2012-02-15T14:46:00+01:00da green.power
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento