Il commissario cinese Wang Jinzhen promette un milione di visitatori a Expo Milano 2015

266-cinesi_326x205_c.jpgIl paese asiatico ha confermato il massimo impegno nella fase di promozione dell’evento espositivo. Una buona notizia per gli organizzatori, nel giorno in cui il Brunei diventa l’ottantasettesimo paese aderente.

Nel rapporto tra Italia e Cina, ancora una volta la cifra importante è quella del “milione”, ossia il numero di visitatori che la delegazione cinese in visita a Milano ha promesso di portare a Expo 2015, dichiarandosi pronta a iniziare un’attività di promozione dell’evento nelle proprie città. A suonare la carica per lo sbarco da Pechino è stato il commissario generale Wang Jinzhen, che ha voluto ricordare come l’esposizione universale «sarà un’occasione fondamentale per rafforzare le relazioni e le attività commerciali tra i due Paesi», assicurando al contempo il massimo impegno da parte della Cina in vista della partecipazione all’evento.

La nazione orientale sarà presente sul sito espositivo con un padiglione da 4.500 metri quadri e sta valutando la propria partecipazione ai cluster tematici, la principale novità dell’edizione 2015 di Expo. Nel frattempo, Jinzhen ha rimarcato come il tema dell’evento, “Feeding the Planet, Energy for Life”, sia particolarmente gradito alla Cina proprio in virtù della grande tradizione alimentare che la caratterizza.   

Nel giorno in cui il Brunei è stato annunciato come ottantasettesimo paese partecipante all’Expo 2015, un ulteriore motivo di soddisfazione per il commissario Formigoni, che ha colto l’occasione per sottolineare lo stretto rapporto già esistente tra la regione Lombardia e le municipalità di Pechino e Shanghai, in quanto membri del World Regions Forum. Secondo il governatore lombardo, il milione di visitatori promesso dalla delegazione asiatica rappresenta una prova tangibile di come la Cina «guardi con interesse all’Expo».

Il commissario cinese Wang Jinzhen promette un milione di visitatori a Expo Milano 2015ultima modifica: 2012-06-13T11:53:21+02:00da green.power
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento