La monogamia dell’essenza ambientalista

Mentre il taxi va, mi accosto alla portiera sperando che i miei pensieri rabbiosi, tipici da post-litigio matrimoniale, si suicidino lanciandosi dal finestrino e abbandonando per sempre questo corpo. Ogni volta che discuto con Franco mi viene voglia di mollare tutto e scappare a Copacabana. Per un attimo mi concedo un braistorming sul potenziale destino che ne deriverebbe: infradito, bagaglio … Continua a leggere